Telelavoro assistito per il collocamento mirato ex legge 68/99

Job Station: una soluzione innovativa ed efficace per la gestione del collocamento mirato ex legge 68/99. Job Station è un centro di telelavoro assistito per lavoratori appartenenti alle categorie protette. E' una soluzione innovativa per gestire in modo più efficace ed efficiente il tema del collocamento mirato dei lavoratori svantaggiati. E' un servizio a disposizione delle aziende e dei lavoratori.

Vantaggi per le aziende →   Collocamento →

JobStations

  • Con l'azienda

    • ascolta e definisce il bisogno dell'azienda rispetto al collocamento mirato;
    • supporta l'azienda nella definizione dell'attività telelavorabile;
    • segnala uno o più telelavoratori formati ed affidabili;
    • fornisce la postazione lavoro;
    • fornisce tutor esperti che si formano sulla mansione individuata e aiutano il telelavoratore a garantire il livello di produttività stabilito.
    Vantaggi per le imprese →
  • Con il lavoratore

    • seleziona accuratamente le risorse adatte per il lavoro a distanza;
    • le forma sulle mansioni richieste;
    • segue i lavoratori nello svolgimento della mansione con tutor lavorativi sempre presenti nel centro di telelavoro;
    • funziona da mediatore e facilitatore nei rapporti lavoratore azienda.


    Collocamento mirato →
  • Partecipano al progetto

Il disagio psichico

Il disagio psichico è diventato nei paesi della Comunità Europea una delle principali cause di assenza dai luoghi di lavoro e di pensionamento anticipato. L'attuale recessione economica e i suoi effetti sul mercato del lavoro incidono negativamente sull'occupazione e sulla qualità della vita delle persone che soffrono di disturbi mentali e delle loro famiglie (OMS Europa). Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, le malattie psichiche tra 20 anni colpiranno più di qualsiasi altra malattia e per le società sarà l'onere più pesante, tanto da un punto di vista economico che sociale. Attualmente si sta diffondendo la consapevolezza del fatto che non può esservi salute senza la salute mentale. Basti pensare che:

  • una persona su quattro soffrirà di qualche forma di disagio psichico almeno una volta nella vita;
  • la depressione secondo le stime dell'O.M.S. sarà, entro il 2020, la malattia più diffusa nel mondo sviluppato e la seconda causa di disabilità.

Il concorso per idee

Fondazione Italiana Accenture, in collaborazione con Progetto Itaca Onlus, ha lanciato il 13 dicembre 2010 un concorso per idee sulla sua piattaforma ideaTRE60 (www.ideaTRE60.it) per raccogliere proposte progettuali con i seguenti obiettivi:

  • diffondere una corretta conoscenza del disagio psichico nella società e nelle aziende, evidenziando il concetto che si tratta di malattie che possono essere curate e compensate con ottimi risultati;
  • favorire l'inserimento e il mantenimento in azienda di lavoratori con malattia psichica, trasformando il disagio da peso a risorsa e riducendone l'impatto economico per la società.

Alla Call hanno partecipato, tra singoli e team, oltre 250 tra imprese sociali e professionisti del settore, con 158 idee progettuali inviate; le giurie di esperti hanno selezionato Job Station, un progetto per la realizzazione di un centro di telelavoro assistito per lavoratori affetti da patologie psichiche, presentato dall'Ing. Monica Perego, vincitrice del concorso.